Inici Blogs Fragàncies de sàndal…

Fragàncies de sàndal…

33

La Mediterranea de mil colors i aromes que porta d’Orient fragàncies de sandal,les cançons de Luís Eduardo que expliquen el que els mortals no sabíem com explicar, els versos assonants de Lorca i Benedetti que dibuixen pena i felicitat i allò de la màgia que semblava no tenir paraules, els quilometres i els peatges, aquell racó al costat del mar, les copes i el cava, el perfum que es clava, els moments de riure i el somriure dels ulls, les presses, els embolics, les sorpreses, les estacions, les platges, el fred, el verd i el vermell,les pulseres, els gelats, l’enyor, aquella manera de caminar que delata el cor, els llocs descoberts…eternitat…

Almeno pensami. Cançó pòstuma de Lucio Dalla cantada pel seu amic Ron.

Ah fossi un piccione
Che dai tetti vola giù fino al suo cuore
Almeno fossi in quel bicchiere
Che quando beve le andrei giù fino a un suo piede
Fossi morto tornerei
Per rivederla ogni mattina quando esce
Avessi il mare in una mano
Ce ne andremo via fino al punto più lontano
Almeno pensami
Senza pensarci pensami
Se vai lontano scrivimi
Anche senza mani scrivimi
Se è troppo buio chiamami
Prendi il telefono parlami
Io e la notte siamo qua
Ma come si fa
A tenere un cuore
Se ho le mani sempre sporche di carbone
Son già passati mille anni
Tanto è il tempo che ti guardo e non mi parli
Senza lei io morirei
Ma chiudo gli occhi e so sempre dove sei
Sempre più lontano
O dentro questa goccia che mi è caduta sulla mano
Almeno pensami
Senza pensarci pensami
Se vai lontano scrivimi
Anche senza mani scrivimi…
Se è troppo buio chiamami
Prendi il telefono, parlami
Io e la notte siamo qua
Ma come si fa
Almeno pensami
Senza pensarci pensami
Se vai lontano scrivimi
Anche senza mani scrivimi…
Se è troppo buio chiamami
Prendi il telefono, parlami
Io e la notte siamo qua…
Se è troppo buio svegliati
Se stai dormendo sognami
Se mi sogni io sono lì
Dentro di te
Sempre più lontano
O dentro questa goccia che mi è caduta sulla mano